Imola & Vittorio Adorni

Il 17 maggio 2018  il Giro di Italia arriverà a Imola.

Esattamente 50 anni fa, proprio a Imola, Vittorio Adorni si laureò Campione del Mondo conquistando il titolo davanti al belga Hermana Van Springel e al connazionale Michele Dancelli chiudendo davanti a tutti in 7 ore, 27 minuti e 39 secondi ad un media di 37.166 km/h.
Media 37,169 km/h.

Nella stessa gara svolta a Imola il 1º settembre 1968 , Vittorio Adorni oltre a laurearsi Campione del Mondo, ottenne  anche il record per quello che ancora oggi è il più grande distacco tra vincitore e secondo nella storia della prova iridata su strada per professionisti/Elite ovvero ben 9 minuti e 50 secondi.

I Campionati del Mondo di Ciclismo su Strada  – Corsa in linea maschile Elite del ’68 videro al via ben  ottantaquattro partecipanti tra cui il belga Eddy Merckx e l’italiano Felice Gimondi  considerati i favoriti.  Al quarto giro però, dal gruppo partirono in  fuga: Vittorio Adorni, Michele Dancelli, Joaquim Agostinho, Vito Taccone, Herman Van Springel, Franco Bitossi, Eddy Merckx e Felice Gismondi. Si formò un drappello  che ottenne un vantaggio tale da rendere inutile ogni azione del gruppo di inseguitori.  Tra i fuggitivi, Adorni riuscì a fare il vuoto attaccando a 90 chilometri dall’arrivo e ottenendo la testa della gara  e giungendo primo sul traguardo con ben nove minuti e 50 secondi di vantaggio su Herman Van Springel.. Dal terzo posto in poi si piazzarono ben cinque azzurri nei primi sei. In ordine di arrivo: Michele Dancelli (terzo), Franco Bitossi (quarto), Vito Taccone (quinto)  e Felice Gimondi sesto.

 

fonte: web.